Steroidi: Controindicazioni e Rischi per la Salute nell’Uso Improprio

Steroidi: Controindicazioni e Rischi per la Salute nell’Uso Improprio

La distinzione più elementare nella selettività dei tessuti si trova tra gli effetti anabolici e androgeni degli steroidi e dei loro analoghi, con il primo responsabile degli effetti trofici su ossa e muscoli e il secondo con effetti sullo sviluppo e sulla fisiologia del sistema genito-urinario. L’uso e l’abuso di steroidi anabolizzanti sono praticati da diversi anni con lo scopo di aumentare le prestazioni oltre la soglia soggettiva sia negli ambienti sportivi professionistici sia amatoriali. Tuttavia, nel secolo scorso gli effetti collaterali dell’utilizzo improprio di queste sostanze erano ignoti mentre attualmente abbiamo a disposizione una vasta letteratura scientifica relativa alla loro dannosità psicologica e fisica.

  • Nella terapia sostitutiva del testosterone, il medico di solito somministra testosterone alla persona colpita sotto forma di gel, iniezioni o cerotti.
  • I casi pediatrici vengono seguiti da un team multidisciplinare che vede il coinvolgimento di specialisti pediatri.
  • Dal momento che vengono utilizzate dosi sovra-fisiologiche di anabolizzanti steroidei androgeni, la soppressione dell’ormone luteinizzante (LH) e dell’ormone follicolostimolante (FSH) a livelli inferiori al limite di rilevamento è inevitabile.
  • Scadenza e Conservazione Come Conservare Clomid Conservi questo medicinale fuori dalla vista e dalla portata dei bambini.

Questi risultati suggeriscono che i SARM potrebbero essere efficaci quanto il trattamento con testosterone e suoi derivati ​​nel promuovere la libido maschile. Sono necessarie ulteriori ricerche per studiare l’effetto dei SARM sul desiderio e sulla funzione sessuale negli esseri umani di entrambi i sessi. Simile ai dati preclinici discussi sopra per quanto riguarda i SARM e la funzione sessuale femminile, il trattamento dei ratti maschi con SARM ha portato ad un aumento del comportamento sessuale. I ratti maschi trattati con LGD226, un SARM sintetico, hanno mostrato un aumento del numero di attacchi, intromissioni ed eiaculazioni rispetto a un gruppo di controllo. Questi risultati non erano significativamente diversi da un gruppo trattato con fluoxymesterone, un androgeno sintetico.

Prevenzione dell’uso di steroidi anabolizzanti

“I valori di testosterone misurati differiscono significativamente a seconda dell’età e del laboratorio che misura i valori. Il loro valore informativo è quindi limitato e dovrebbe essere interpretato in tutti i casi solo da un medico specialista”. Illivello medio di testosterone circolante si riduce progressivamente con l’avanzare https://soulcity.com.pk/dove-acquistare-dostinex-le-migliori-opzioni-per-l/ dell’età. A seconda della gravità e della gravità della carenza, le persone colpite sviluppano sintomi che variano notevolmente da persona a persona. L’ottimizzazione dell’immagine corporea (cognizione/distorsione) migliorerebbe la percezione in quelli a rischio di abuso di AAS.

L’uso di testosterone e di suoi analoghi genera un feed-back negativo sull’asse HPTA andando di conseguenza a deprimere quella che è la normale produzione di androgeni endogena. Questa riduzione dell’attività gonadica dipende da fattori quali durata dell’uso di steroidi, tipologia di steroidi e quantità di steroidi utilizzati. In alcuni casi non viene percepita dall’atleta tuttavia secondo alcuni studi può durare fino ad oltre 2 anni dopo il termine di assunzione. Inoltre questa depressione può arrivare fino alla completa soppressione della funzionalità testicolare. Nel mondo del bodybuilding l’utilizzo degli steroidi anabolizzanti è una strategia frequente, mirata ad aumentare le prestazioni sportive ed in grado di modificare in maniera significativa la forma fisica. Nonostante sia risaputo che l’impiego a lungo termine di tali sostanze sia causa di numerosi e pericolosi effetti collaterali, il loro consumo continua ad essere molto diffuso.

Attenzione, controllare i dati.

Ecco dunque che un oculato uso di un farmaco giocando sulle dosi, già fa la differenza. A dosi infine di oltre 1000mg (usati un tempo nel trattamento dei certe anemie) la virilizzazione e la ritenzione sono imponenti. Aumentando via via le dosi, avremo da 40 a 200mg alla settimana, inibizione prima parziale e poi totale delle gonadotropine. L’effetto azoto-ritentivo raggiunge quasi il massimo a 200mg/settimana, effetto che nota bene è solo il doppio rispetto a quello ottenibile con una dose 5 volte minore. Vediamo ora alcuni altri effetti non necessariamente legati alla androgenicità dei prodotti.

  • Trova inoltre impiego nel trattamento di alcuni effetti collaterali dell’assunzione a lungo termine di steroidi e per alleviare il dolore alle ossa associato all’artrosi.
  • Rischia grosso chi, pur di sfoggiare un «fisico bestiale» o vincere competizioni con il cosiddetto aiutino, cede alla tentazione di provare steroidi anabolizzanti.
  • In modo illecito vengono utilizzati per perdere peso rapidamente o nascondere la presenza di altre sostanze proibite (aumentando il tasso di produzione ed eliminazione delle urine nel tentativo di diluire la sostanza dopante).
  • Mentre gli ormoni steroidei hanno preziose applicazioni cliniche, la loro diffusa attivazione dei recettori AR provoca effetti collaterali limitanti il ​​trattamento.
  • Le donne hanno significativamente meno testosterone nei loro corpi rispetto agli uomini.

Gli steroidi anabolizzanti possono anche agire sul sistema ormonale aumentando il rischio di cancro ai testicoli, specialmente quando gli steroidi sono usati in combinazione con il fattore di crescita insulino-simile (IGF-). Oltre alla  caduta dei capelli, è molto comune che l’abuso di steroidi anabolizzanti provochi acne facciale, bassi livelli di lipidi, disturbi cardiovascolari, disfunzioni sessuali, ginecomastia e ritenzione di liquidi . Se le persone colpite hanno una carenza accertata e non ci sono altre malattie dietro i sintomi, il medico specialista prescriverà nella maggior parte dei casi un trattamento ormonale con testosterone. In questo modo viene sostituito il testosterone mancante nel corpo del paziente.

Se, invece, gli steroidi vi sono somministrati per prevenire la nausea e/o il vomito (antiemetici), la scheda non vi sarà consegnata. Se dovete sottoporvi a cure dentali, dovete informare il dentista che siete in cura con gli steroidi. Agisce favorendo la sintesi di testosterone, promuovendo così l’aumento della massa muscolare. Trova inoltre impiego nel trattamento di alcuni effetti collaterali dell’assunzione a lungo termine di steroidi e per alleviare il dolore alle ossa associato all’artrosi. Gli steroidi anabolizzanti legali sono farmaci propriamente detti che possono essere impiegati in ambito medico, esclusivamente sotto prescrizione. L’intensità degli effetti collaterali dipende dal tipo di steroide utilizzato, dalla forma farmaceutica, dalla dose, dalla durata del trattamento e dall’età del soggetto.

Cibi Surgelati Ad Alto Contenuto di Sodio: Rischi e Alternative Salutari

Mentre i testicoli sono i principali responsabili della produzione di testosterone negli uomini, nelle donne lo sono in particolare le ovaie. Pertanto, hanno molto più probabilità di incontrare una carenza di testosterone. Tuttavia, l’elevato rischio di abuso di AAS, in tali soggetti, può sembrare un “controsenso”, se è paragonato a quello di maschi con elevato peso corporeo in cui si ricercano strategie comportamentali dimagranti (McCabe MP, Ricciardelli, 2001). È proprio in quest’atmosfera che aumentano le probabilità di utilizzo dei farmaci – in primis gli steroidi anabolizzanti – per provocare una modifica corporea nel tentativo di un riallineamento (tra autoimmagine e immagine corporea). Cercare di mascherare l’assunzione di sostanze dopanti impiegando metodi (come la diluizione del campione di urine) o farmaci che ne nascondano o eliminino le tracce è una pratica considerata alla stregua di qualsiasi forma di doping. Cercare di eludere un sistema di controllo antidoping per celare l’assunzione di farmaci o sostanze vietate equivale a barare due volte.

Oxandrolone spa: avvertenze per l’uso

In particolare, FL442 ha mantenuto la capacità di prevenire la proliferazione cellulare anche nelle linee cellulari con mutazioni AR che conferivano resistenza a enzalutamide. Watanabe et al. ha studiato un  SARM, BA321, che mostra un legame con entrambi i recettori AR ed estrogeni (ER) senza effetti androgeni e può ripristinare completamente la perdita ossea nei topi orchidectomizzati. Ciò solleva la possibilità che una serie di SARM diversi possa dimostrarsi particolarmente efficace come coadiuvante nel trattamento dell’osteoporosi o di altre condizioni che portano a densità ossea e mineralizzazione non ottimali. Una migliore comprensione dei modulatori selettivi del recettore degli estrogeni (SERM) e dei loro meccanismi di azione negli anni ’90, nonché il crescente uso di tamoxifene nel trattamento del carcinoma mammario, hanno stimolato l’interesse per farmaci analoghi per modulare il recettore degli androgeni (AR). Diversi laboratori hanno iniziato a lavorare per identificare i candidati principali e i farmacofori specifici, con i primi lavori incentrati su una classe di aril-propionamidi identificata dagli analoghi dell’idrossifutammide nel 1998. Negli ultimi 20 anni il numero di SARM bioattivi oggetto di indagine ha continuato a crescere, così come la nostra conoscenza dei loro meccanismi di azione.

Se siete all’inizio del vostro percorso di allenamento state bene attenti a non finire in questo meccanismo. Oltre ad essere illegale è dannoso per la vostra salute e, una volta entrati nel mondo degli steroidi farete molta fatica ad uscirne. Io sono per la fatica, per la costanza, per superare i propri limiti giorno dopo giorno lavorando con ciò che Madre Natura ci ha dato. C’è chi raggiungerà risultati più ambiziosi, chi meno ma tutti possono ottenere grandi risultati in modo naturale e tutti possono ottenere tante gratificazioni. In seguito ad assunzione di androgeni incrementa anche la secrezione di sebo e la conseguente comparsa di acne per ostruzione dei pori della pelle.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *